Uncategorized

Su L’Espresso una mia lunga riflessione sul corpo e sul desiderio, nella vita e nell’arte

‪“In rete siamo piccole api in un gigantesco sciame digitale. Ma più il corpo viene rimosso, più silenziosamente ci comanda. Possiamo dimenticarci di lui, ma lui non si dimentica di noi. Perché Eros è una traiettoria, non uno stato.” Su L’Espresso in edicola una mia lunga riflessione sul corpo e il desiderio nella musica, nella letteratura, [...]

2019-06-18T16:40:21+02:00 17 Giugno 2019|

Il potere delle emozioni. Una mia riflessione su L’Espresso

Su L’Espresso in edicola, in una lunga analisi, parlo del primato dell’emozione. Di come, dall’antichità a oggi, si sia guadagnata sempre più importanza, fino a diventare l’unica chiave con cui siamo sollecitati a interpretare il mondo. Di attimo in attimo, perdendo un respiro più lungo, fatto di emozioni sentimenti intelligenza anima ragione.‬ L’emozione è una chiave [...]

2019-05-30T10:40:19+02:00 27 Maggio 2019|

Tour di 5 settimane nei teatri e palazzetti (solo per le scuole)!

La letteratura può. Può parlare di temi universali e renderli civili, cioè incarnati in questo tempo, con l’unica pretesa possibile: quella folle di cambiarlo. Se la letteratura deve trasformarci, deve farci vedere chi siamo. Il tour di #ETuSplendi per le scuole è finito, sono state 5 settimane indimenticabili, ho incontrato circa 15.000 di voi, ragazzi. Riguardando [...]

2019-06-03T09:25:05+02:00 27 Maggio 2019|

Su Rai 1 per parlare di plastica ed Etiopia

Andare su Rai 1 a parlare del rapporto tra plastica e Africa e di come questo influisca sul cambiamento climatico in corso non è scontato. Grazie agli autori di Unomattina e del CaffèdiRaiUno per aver voluto valorizzare questo mio lavoro e reportage dall’Etiopia, dove sono stato, come sempre per ognuno dei reportage che scrivo, animato dall’unica [...]

2019-05-30T10:41:44+02:00 27 Maggio 2019|

Plastica e Africa. Il mio reportage dall’Etiopia su L’Espresso

‪“La gerarchia delle sostanze è abolita. Una sola le sostituisce tutte”, diceva Roland Barthes della plastica nel 1957, quando iniziava la sua incredibile diffusione. Aveva ragione, ne abbiamo riempito ogni angolo del pianeta. Ora la plastica è diventato feticcio, immagine della nostra irresponsabilità verso il pianeta. La plastica decaduta è ora simbolo della fine del consumismo. [...]

2019-05-30T10:42:18+02:00 27 Maggio 2019|